Modello formativo

La premessa culturale su cui si fonda l’azione formativa della Scuola di Botticino è la didattica del compito reale, che pone al centro dell'apprendimento l'intervento diretto sull'opera superando così la divisione tra teoria e pratica.

allievi NuoveLWIn particolare nell'ambito del restauro più del 60% delle attività formative della Scuola sono in laboratorio e oltre il 90% ruota attorno all’esecuzione di interventi diretti da parte degli allievi su beni tutelati mobili e immobili. L’intreccio didattico tra teoria disciplinare, competenze tecnico-metodologiche e pratica di restauro richiede non solo laboratori attrezzati e cantieri-scuola esterni, ma anche la gestione e il governo dei processi produttivi reali: la progettazione e conduzione degli interventi di restauro in coerenza con gli obiettivi e l’organizzazione didattica dei corsi.
Questo approccio metodologico ha permesso agli allievi della Scuola di effettuare interventi di conservazione e restauro su oltre 1100 opere (tele, opere lignee, dipinti murali, sculture, manufatti cartacei e membranacei, arazzi e manufatti tessili) provenienti da istituzioni religiose, enti pubblici e privati, musei, fondi e archivi e in oltre 40 cantieri didattici per il restauro di dipinti murali, superfici decorate, altaristica, fronti d'organo e cantorie lignee.

seguici su facebook

f 2

ISCRIZIONI

anteprimaLLivePROVE ACCESSO

RESTAURATORE

Richiesta informazioni

iscrizioniSe sei interessato ai nostri corsi e alle nostre attività compila il modulo e verrai ricontattato