Analisi chimico fisiche e diagnostica

 diagnostica 2

 

La Scuola dispone di dotazioni scientifiche che permettono di eseguire circostanziate indagini – non invasive ed invasive – per approfondire lo stato di conservazione e determinare la natura dei materiali costitutivi delle opere. I dati così raccolti permettono quindi di scegliere ed impostare metodologie di intervento conservativo mirate sulla base delle tipologie e dei fenomeni di degrado riscontrato. L'interdisciplinarietà del settore contribuisce a creare e rafforzare nella didattica un approccio tecnico scientifico trasversale a tutti i settori.

TIPOLOGIE DI INDAGINI DIAGNOSTICHE

rilevazioni microclimatiche e dei parametri fisici,

Non invasive: riflettografia IR.; XRF; U.V.

Invasive: Sezioni stratigrafiche con colorazioni istochimiche; Sezione lucida; Spot test.

ALCUNE CAMPAGNE DI INDAGINI DIAGNOSTICHE:

- Indagine XRF su dipinti murali per il riconoscimento dei pigmenti - Pieve di S.Pancrazio sec. XV – Montichiari, BS;

- Indagini stratigrafiche e microclimatiche su stucchi e superfici dipinte -Santuario della B.V. Annunciata - sec. XVI-XVIII - Serle BS;

- Indagini stratigrafiche e microchimiche di dipinti su tavola scuola boema - inizi sec.XVI – Museo Civico di Bolzano.