Prove di accesso Restauratore 2016/17

L'accesso al corso quinquennale per il RESTAURATORE DI BENI CULTURALI avviene attraverso una selezione preliminare con prove attitudinali di contenuto tecnico e prova teorica, secondo quanto previsto dal DM 26 maggio 2009 n.87. 

Per iscriversi alle prove vedere la pagna dedicata alle modalità di iscrizione

DESCRIZIONE DELLE PROVE

1° Prova - Prova GRAFICA
FINALITA' - la prova valuta la naturale inclinazione a procedere con metodo, ordine e precisione; l’attitudine a operare una sintesi critica del manufatto proposto per mezzo di un tratto essenziale, nitido e opportunamente modulato teso a restituire la definizione volumetrica, le proporzioni e la particolare tecnica esecutiva in esame.

CONTENUTO per i percorsi PFP1, PFP2, PFP3 - il candidato dovrà eseguire la trasposizione grafica di insieme o parte di un manufatto proposto, a partire dalla riproduzione fotografica in bianco e nero formato A4.
Il disegno sarà eseguito in scala 1:1 a matita in grafite nera senza chiaroscuro. Per trasposizione grafica a tratto lineare si intende la sintesi critica del manufatto per mezzo di un tratto essenziale, nitido e opportunamente modulato, teso a restituire la definizione volumetrica, le proporzioni e la particolare tecnica esecutiva in esame. Per l’esecuzione della riproduzione in scala è ammesso la realizzazione di una griglia quadrettata eseguita in sede d’esame.
  
  
MATERIALI - ad ogni candidato in sede di esame saranno forniti:
fogli da disegno su cui eseguire la trasposizione grafica, gomme da matita, matite, temperamatite.
Il candidato potrà portare solo squadre e righe. Non sono ammessi altri materiali, strumenti e attrezzi.
 
VALUTAZIONE - avverrà nell’osservazione dei risultati raggiunti in relazione ai seguenti criteri:
la completezza della prova nei tempi previsti;
la capacità di comprensione e di sintesi del manufatto
la correttezza delle proporzioni e il rispetto dei volumi
l’abilità manuale dimostrata nel tratto nitido, preciso e opportunamente modulato;
la pulizia e l’integrità del foglio sul quale si esegue il lavoro.
 
TEMPO ASSEGNATO per lo svolgimento della prima prova : 6 ore 
 
Il superamento della prova permette l’esecuzione della successiva
 
2° Prova - Test percettivo/visivo

FINALITA' - Il test è inteso ad appurare l’abilità manuale e la capacità percettiva del candidato.

CONTENUTO per i percorsi PFP1 e PFP2 - il candidato dovrà eseguire su singola tavoletta già predisposta di dimensioni 13 x 9 la fase finale di una stuccatura condotta con gesso e colla, realizzando la rasatura perfettamente a livello ottenendo una superficie il più possibile omogenea e levigata. La prova sarà condotta con l’ ausilio della carta abrasiva, del bisturi e dello stecchino di legno con tamponcini in cotone idrofilo. Il candidato effettuerà inoltre sulla medesima tavoletta la fedele riproduzione per colore e forma dei campioni di colore proposti su superficie bianca, utilizzando i colori acrilici.

icon es_provaPercettivoVisiva_PFP 1e2

MATERIALI - ad ogni candidato in sede di esame saranno forniti:
1 tavoletta per la prova, carta abrasiva, 1 bisturi metallico (manico n°3) con 2 lame (n°15) , 1 spatola piccola, l’impasto di stucco a base di gesso e colla, stecchini in legno, cotone idrofilo, tavolozze in carta, pennelli (1 piatto e 1 tondo), colori acrilici, contenitore per acqua. Non sono ammessi altri strumenti, attrezzi e materiali

VALUTAZIONE - avverrà sulla base dei risultati raggiunti in relazione ai seguenti criteri:
la completezza della prova nei tempi previsti;
l’abilità manuale nella realizzazione della stuccatura perfettamente a livello, ben levigata, e la precisione della linea di contatto tra la stuccatura e l’area circostante;
la capacità di riproduzione delle campiture cromatiche proposte rispettando i margini della lacuna;
la sensibilità cromatica dimostrata nella similarità delle simulazioni rispetto ai campioni di colore proposti;
la pulizia e l’integrità del supporto sul quale si esegue il lavoro.

CONTENUTO per il percorso PFP3 - il candidato dovrà eseguire su singolo telaio già predisposto un elaborato con tecnica ad arazzo. L’elaborato dovrà riprodurre esattamente il modello fornito, in scala 1:1 di dimensioni 10 X 10 cm scegliendo accuratamente i colori idonei tra la gamma dei filati proposti.

icon es_provaPercettivoVisiva_PFP 3

MATERIALI - ad ogni candidato in sede d’esame saranno forniti:  telaio già predisposto, pinzette tira-ago,forbici, aghi, matita, righello, filati.

VALUTAZIONE - avverrà sulla base dei risultati raggiunti in relazione ai seguenti criteri:
la completezza della prova nei tempi previsti;
l’abilità manuale e la precisione nella realizzazione della tecnica ad arazzo;
la sensibilità cromatica dimostrata nella scelta dei filati delle simulazioni rispetto al campione proposto;
la pulizia e l’ordine del piano di lavoro.

TEMPO ASSEGNATO - per lo svolgimento della seconda prova : 8 ore

Il superamento della prova permette di accedere alla successiva ed ultima prova

3° Prova - Prova orale

FINALITA' - La prova dovrà soprattutto appurare le conoscenze di base storico-artistiche, tecniche, scientifiche, attraverso la capacità di mettere in relazione i dati storico artistici con quelli tecnici e con le conoscenze di base delle scienze della natura (chimica, biologia, scienza della terra, fisica). Attesterà inoltre la conoscenza di base della lingua inglese e della lingua italiana (per i candidati stranieri).

icon Indicazioni Bibliografiche_Prova Orale

CONTENUTI - la prova consiste in un colloquio su:
1. lineamenti di storia dell’arte con riferimento all’Area di indirizzo prescelta;
2. lineamenti di storia delle tecniche di esecuzione dei manufatti e conoscenza di base dei materiali utilizzati
3. nozioni elementari di chimica, fisica, biologia, scienze della terra;
4. nozioni di base di lingua inglese (comprensione di un testo scritto).