striscia buonpastore
TECNICO DEL RESTAURO DI BENI CULTURALI
corso triennale
 
  
FIGURA PROFESSIONALE
In conformità agli standard professionali definiti da Regione Lombardia in coerenza con l’Accordo approvato in Conferenza Stato-Regioni, ai sensi del Codice dei beni  culturali e del DM 86/2009, il Tecnico del restauro di beni culturali è la figura che collabora con il restauratore, sotto la sua direzione e  controllo, negli aspetti operativi dell’intero ciclo di lavoro per la conservazione, restauro e manutenzione dei beni: studio e documentazione  preliminare,  organizzazione,  gestione del laboratorio,  esecuzione dell’intervento, documentazione intermedia e finale, movimentazione delle opere. 
 
INDIRIZZI
 Dipinti su tela e opere lignee – Dipinti su tela, policromie su supporto ligneo quali sculture e dipinti su tavola, arredi lignei.
 Superfici decorate dell’architettura, materiali lapidei e derivati – dipinti murali, intonaci, stucchi, gessi, sculture e opere in pietra e marmo. 
 Arazzi, tappeti e tessuti – Arazzi, tappeti, manufatti tessili quali paramenti sacri, stendardi, bandiere, vesti antiche.
 
STRUTTURA DEL CORSO
 Il corso post-diploma è di durata triennale e a frequenza obbligatoria (min. 75% del monte ore); l’annualità ha inizio a settembre/ottobre e termine a  giugno/luglio. 
Oltre il 60% del monte ore è dedicato alle attività pratiche tecnico-professionali, per la quasi totalità svolte nei laboratori e cantieri di restauro, operando  su beni tutelati. 
Gli stage formativi sono organizzati presso aziende leader del settore e/o presso prestigiose Scuole di restauro, istituzioni museali e culturali, anche  all’estero. 
Le aree formative sono: storico artistica, tecniche artistiche ed esecutive, tecnico scientifica, normativa, documentazione, comunicazione, metodologie e  tecniche di conservazione e restauro, laboratori e cantieri sulle opere di indirizzo. 
 
CERTIFICAZIONE FINALE
A seguito dell’ammissione e superamento dell’esame finale del percorso triennale, agli allievi idonei viene rilasciato l’attestato di competenza regionale  relativo al Tecnico  del restauro di beni culturali con l’indicazione dell’indirizzo specifico, abilitante alla professione e spendibile su tutto il territorio  nazionale come regolamentato dal Dduo  Regione Lombardia n. 1228 del 15/2/2013.